LA RAGAZZA DEL TRENO

di libridiale

di Paula Hawkins

E’ un thriller inquietante, intricato e ben architettato.

Protagoniste sono tre donne che raccontano, a turno, come in un diario.

La prima è Rachel, donna delusa dal suo matrimonio finito. Talmente succube dell’alcol da aver perso anche il lavoro. Vive presso un’amica e fa finta di andare al lavoro tutte le mattine, in treno.

Il treno è, pur esso, un protagonista “involontario”. Rachel guarda sempre dal finestrino e, quando il treno si ferma da qualche parte, lei “scatena” la sua fantasia e, soprattutto, vede una coppia che sembra proprio affiatata e dà loro due nomi di fantasia: Jess e Jason.

Un giorno, però, vede qualcosa (o meglio qualcuno) in più in quella casa e da allora la sua vita e quella di altre quattro persone cambiano decisamente in peggio.

E’ scomparsa Megan (la Jess di Rachel).

La cercano e non la trovano per molto tempo.

E’ una storia di tradimenti, bugie, violenza, falsità, scaltrezza, illusione e delusione. Gli uomini e le donne ne “escono” veramente male. Male per tutti e tutte.

L’innocente sguardo oltre il finestrino, da parte di Rachel, si trasforma in una serie di rivelazioni che portano alla morte uno dei protagonisti, l’assassino di Megan.

Forse tra i due sessi, quello più malevolo, falso, bugiardo, infingardo e traditore per gioco e per piacere, è quello maschile.

E’  proprio vero che quando una donna è innamorata non vede nient’altro intorno a sé.

L’ho letto in 4 giorni!! Non mi era mai capitato. E poi è un libro di 306 pagine!

E’ il romanzo d’esordio di Paula Hawkins con ben 41 editori!!!!

 

 

 

 

Annunci